Scuola: 40 milioni per rifare i solai

Da Avvenire.it – 20/10/2015 – Sul sito sul sito del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (www.istruzione.it) è disponibile l’avviso pubblico per il finanziamento di indagini diagnostiche da effettuare sui solai degli edifici scolastici. Lo rende noto il Miur, sottolineando che grazie allo stanziamento di 40 milioni previsto dalla legge Buona Scuola sarà possibile intervenire…

Dettagli

Per iniziare ad insegnare si può fare domanda di messa a disposizione

Da TecnicaDellaScuola.it – 20/10/2015 – Come entrare nel mondo dell’insegnamento dopo avere conseguito una laurea magistrale o specialistica? Bisogna sapere che al momento esistono delle graduatorie d’Istituto per le supplenze, valide per il triennio 2014-2017. Queste graduatorie sono composte da tre fasce a seconda del profilo giuridico che l’aspirante docente possiede. In prima fascia sono…

Dettagli

Concorso docenti, il Miur definisce i dettagli

Da TecnicaDellaScuola.it – 18/10/2015 – Come riporta ‘La Repubblica’, il Miur ha definito come sarà il prossimo bando per l’assunzione dei nuovi docenti tra la scuola dell’infanzia e le superiori. Saranno novantamila gli insegnanti cui affidare una cattedra nelle prossime tre stagioni e andranno ad aggiungersi agli 87mila stabilizzati con le prime quattro fasi della…

Dettagli

Crusca: fate scrivere i bimbi a mano

Da TecnicaDellaScuola.it – 18/10/2015 – L’Accademia della Crusca, attraverso il suo periodico divulgativo “La Crusca per voi”, ospita il parere di Guido Gainotti, professore di neurologia all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, che riafferma l’importanza e la validità dell’esperienza della grafia nei piccoli studenti “La scrittura è una delle attività che più hanno risentito…

Dettagli

L’ambito territoriale dovrà essere inferiore alla provincia

Da TecnicaDellaScuola.it – 17/10/2015 – Nella contestata e discussa legge 107/2015, c’è un termine che non è affatto gradito alla totalità degli insegnanti italiani. Questo termine è: “ambito territoriale”. Perché questo termine non è gradito? Per il semplice fatto che si contrappone alla titolarità del docente nella scuola. Infatti a partire dal prossimo anno scolastico…

Dettagli