Quali sono le norme sui colloqui antimeridiani con le famiglie?

Da TecnicaDellaScuola.it – 21/01/2018 – Tra i compiti funzionali all’insegnamento di un docente ci sono anche, ai sensi del comma 2 dell’art.29 del CCNL scuola, i rapporti individuali con le famiglie. Bisogna appunto sapere che, in tutte le scuole pubbliche del territorio nazionale,  oltre gli incontri scuola-famiglia rientrati nell’obbligo contrattuale delle 40 oredelle attività di carattere…

Dettagli

Educatori: arriva obbligo di laurea per esercitare. Approvato emendamento alla Legge di Bilancio

Da TuttoScuola.com – 20/01/2018 – Sono più di 150mila oggi le persone che si prendono cura di bambini, immigrati, disabili, anziani e tossicodipendenti. Oltre 150mila tra educatori e pedagogisti che oggi hanno una legge che regola la loro figura professionale. Con una grande novità: l’obbligo di laurea per esercitare la professione. Secondo quanto riporta il Corriere.it, infatti,…

Dettagli

Unhcr, il report: “Più della metà dei minori rifugiati non ha accesso a nessun sistema educativo: sono oltre 3,5 milioni”

Da IlFattoQuotidiano.it – 20/01/2018 – Due milioni di ragazzi in età compresa fra i 5 e i 17 anni non frequentano la scuola secondaria, mentre un milione e mezzo non ha neanche cominciato le elementari. Appello del premio Nobel Malala Yousafzai ai leader mondiali: “Dovete fare di più, tenendo seriamente in considerazione le conseguenze a…

Dettagli

La denuncia di Sabatini: la scuola ha smesso di insegnare la lingua italiana

Da TecnicaDellaScuola.it – 19/01/2018 – Francesco Sabatini, linguista, filologo e lessicografo, presidente onorario dell’Accademia della Crusca, che ha presieduto dal 2000 al 2008, e professore emerito all’Università degli Studi Roma Tre, in un lungo articolo per il Corriere della Sera, sottolinea i mali del sistema dell’istruzione che ignora il ruolo della nostra lingua nello sviluppo cognitivo: “I…

Dettagli

Crusca: ancora sul femminile dei nomi di professione

Da TecnicaDellaScuola.it – 18/01/2018 – Le forme femminili riferite a ruoli istituzionali o professioni che stanno entrando nell’uso comune sulla scia dei progressi in campo lavorativo, professionale e istituzionale compiuti dalle donne sono perlopiù termini “trasparenti” per quanto riguarda la loro struttura morfologica perché seguono le più comuni modalità di formazione dei nomi. Lo scrive…

Dettagli