Da Corriere.it – 21/10/2019 – Un rapporto su come combattere l’antisemitismo è stato presentato all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite da Ahmed Shaheed esperto dell’Onu per la libertà religiosa.

“L’antisemitismo costituisce un pericolo per la democrazia e una minaccia per la società: e poiché in molti Stati nel mondo non esistono meccanismi per il monitoraggio dei crimini d’odio è urgente investire nell’istruzione e nella formazione dei giovani perché crescano e diventino cittadini dotati di pensiero critico, empatia e conoscenza dei diritti umani per resistere alle ideologie estremiste, compresa la propaganda antisemita” ha spiegato Shaheed.

In rete crescono l’odio razziale e nel mondo reale aumentano gli attacchi contro le sinagoghe e la profanazione dei cimiteri ebraici. Espressioni antisemite vengono utilizzate sempre più frequentemente da sovranisti, neonazisti e membri di gruppi islamisti radicali, con slogan, immagini, stereotipi e teorie cospirative che vogliono incitare e giustificare l’ostilità, la discriminazione e la violenza contro gli ebrei.

“Non si sono esempi più lampanti dell’olocausto per mostrare come l’odio religioso e razziale può condurre ad un genocidio e alla distruzione di intere società”, sostiene l’esperto Onu.

È urgente dunque “investire nell’istruzione e nella formazione a tutti i livelli per identificare varie manifestazioni di antisemitismo e altre forme di odio”.

Gli Stati hanno, inoltre, «il dovere di adottare tutte le misure appropriate e di vietare legalmente l’incitamento alla discriminazione, all’ostilità o alla violenza basata sulla

religione o sulla fede, anche contro gli ebrei», ha aggiunto il rappresentante Onu.

“Gli attori della società civile possono poi svolgere un ruolo vitale nella lotta contro l’antisemitismo istituendo reti interreligiose per promuovere la coesione sociale”, ha affermato l’esperto.

“Rifiutiamo collettivamente l’antisemitismo e altre forme di odio e creiamo insieme società inclusive che difendano i diritti umani e la sicurezza per tutti”,

http://lepersoneeladignita.corriere.it/2019/10/19/lonu-educare-i-giovani-per-battere-lantisemitismo/