Redazione – 02/05/2013 – L’insediamento del nuovo Ministro, Maria Chiara Carrozza, riaccende gli animi di assopite – ma non del tutto – richieste su innumerevoli questioni sospese. Una su tutte, i TFA Speciali, corsi di abilitazione destinati a docenti che hanno all’attivo 3 anni di servizio, per i quali non è previsto test di accesso e tirocinio in itinere.
Il Miur, in data 25 Marzo 2013, ha pubblicato i due decreti per l’avvio dei TFA speciali, inviati alla Corte dei Conti per la registrazione e la successiva pubblicazione in Gazzetta Ufficiale: il Regolamento recante modifiche al decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca n. 249 del 10 settembre 2010, e il decreto di istituzione dei percorsi speciali abilitanti.
I documenti, in corso di emanazione, avrebbero dovuto essere registrati alla Corte dei Conti entro un mese, per poi avviare le procedure di inoltro delle domande e quindi di organizzazione dei corsi. Lo stallo politico dei giorni scorsi ha paralizzato una questione che si spera, nel più breve tempo possibile, venga avviata verso una risoluzione.
Tanti i dubbi e i nodi ancora da sciogliere, tante le voci e le opinioni. L’ Associazione ADi chiede il ritiro dei decreti di modifica del dm 249/10, con i quali si avviano i TFA speciali, ad oggi fermi ancora alla Corte dei Conti per la necessaria approvazione prima della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.
Il FLI è invece per la modifica dei requisiti, con l’inclusione dell’anno in corso e la revisione della prova di ingresso che, così come prospettata, potrebbe risultare penalizzante per il voto finale. Alcuni esponenti del FLI parlano di “accanimento” contro una categoria di insegnanti che, da supplenti o incaricati, tengono in piedi la scuola italiana da anni.
In merito alle abilitazioni verticali o a cascata, è opportuno in questa sede rimandare all’ avviso ministeriale sulla Relazione tra il Tirocinio Formativo Attivo e le c.d. “abilitazioni verticali”, “a cascata” o, comunque, appartenenti ad ambiti disciplinari – Valutazione dei titoli relativi ai diplomi di abilitazione.
È opportuno ricordare che i corsi saranno riservati esclusivamente al conseguimento dell’abilitazione disciplinare, e non della specializzazione su sostegno.
Il corso di specializzazione su sostegno, destinato a docenti abilitati, è regolato dal dm 30 settembre 2011, pubblicato in GU il 02 aprile 2012. Al momento il Ministero non ha avviato i corsi per il sostegno, presumibilmente attendendo la conclusione del I ciclo TFA, al fine di poter offrire agli abilitati la possibilità di completare la preparazione con la preparazione specifica.
In attesa di – buone – nuove, rimangono a disposizione le FAQ sul TFA Speciale, rese disponibili dal MIUR alla pagina dedicata.