Da OrizzonteScuola.it – 23/07/2014 – Esigibile da oggi la rata dello stipendio di luglio 2014, quella in cui si tirano le somme della dichiarazione dei redditi, e si valutano debiti o crediti. Potrebbe aver ricevuto anche l’acconto relativo agli Esami di Stato il personale che ne ha fatto richiesta.

Un cedolino di diverso peso dunque per i vari amministrati dal Ministero dell’Istruzione, in questo luglio 2014

Il MEF  ha predisposto, a decorrere dal mese di luglio e fino al mese di dicembre, un’ emissione speciale mensile, al fine di liquidare i crediti riferibili a personale cessato (ad es. il personale a tempo determinato del comparto scuola con contratto di lavoro sino a giugno 2014) o in momentanea assenza di retribuzione sul mese di acquisizione (aspettativa senza assegni, part-time, ecc.).

Per il personale oggetto di emissione speciale, la liquidazione del credito, derivante dalla sommatoria di tutte le imposte a credito e a debito ad esclusione della II rata di acconto Irpef e Cedolare Secca, avverrà in un’unica soluzione, senza tener conto di eventuali rateizzazioni richieste dai contribuenti.

Per quanto riguarda il personale che ha partecipato agli Esami di Stato di secondaria II grado, nominato in comune diverso da quello di servizio o di residenza, se è stata prodotta istanza nei termini, dovrebbero essere stati accreditato nella rata di luglio il 50% del compenso spettante ” Il resto, ad andar bene, a partire dalla rata di agosto.