Da TuttoScuola.com – 16/11/2013 – Gli studenti stranieri in Italia nell’anno scolastico 2012/2013 sono 786.650, l’8,8% del totale (ma il 9,8% nella scuola dell’infanzia e in quella primaria): sono aumentati quindi di 30.691 unità (+4,1%) nell’ultimo anno e sono molto numerosi soprattutto per alcune collettività (i romeni sono 148.002, quasi un quarto del totale, gli albanesi e i marocchini rispettivamente circa 100mila). Questi alcuni dei dati contenuti nella nuova edizione del Dossier statistico immigrazione ‘Dalle discriminazioni ai diritti’, per la prima volta curata dal centro studi e ricerche Idos/immigrazione dossier statistico in collaborazione con l’Unar (ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali), presentato dal ministro per l’integrazione Cecile Kyenge e dal viceministro al lavoro con delega alle pari opportunità Maria Cecilia Guerra.

Secondo quanto riportato dal dossier, in 2.500 scuole (il 4,6% del totale nazionale) gli studenti stranieri superano il 30% degli iscritti, e, a questo proposito, lo stesso Ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza ha raccomandato di non ingigantire le difficoltà e di ricorrere, nel definire i numeri e la composizione delle classi, a una flessibilità commisurata alle situazioni e ai mezzi disponibili, tanto più che il 47,2% degli studenti stranieri è nato in Italia (quota che sale al 79,9% nella scuola dell’infanzia e al 59,4% in quella primaria).