Da BlastingNews.com – 31/08/2015 – Scuola e stipendi docenti: il confronto mondiale. Quanto guadagnano gli insegnanti nel mondo? Alla luce di quanto sta accadendo qui in Italia con il blocco del contratto economico e dei relativi stipendi, si possono confrontare i dati che provengono dalle altre nazioni del Pianeta, dati sui quali l’Italia non può far altro che riflettere. E a lungo, aggiungiamo noi. Lo studio, in questione, è stato condotto dal portale specializzato Gems Education che ha provveduto, poi, a pubblicare le informazioni relative a quanto speso dai vari Paesi del mondo per l’istruzione. Vediamo in dettaglio il risultato di tale studio che riguarda lo stipendio medio di un insegnante espresso in dollari USA.

Svizzera, poi Olanda e Belgio: ecco gli insegnanti meglio pagati al Mondo. Il primato spetta alla Svizzera, dove un docente guadagna in media circa 68 dollari al giorno (il dato è soggetto a piccole variazioni a seconda del cantone di appartenenza). In seconda posizione, i aesi Bassi con 57 dollari, mentre in terza posizione troviamo gli insegnanti del Belgio che percepiscono 51 USD al giorno.

Proseguendo, troviamo uno dei Paesi dove l’istruzione assume maggiore importanza, ovvero il Giappone: basti pensare che nella potente nazione del Sol Levante, i docenti costituiscono i dipendenti pubblici meglio pagati in assoluto con i loro 45 dollari al giorno. Di poco inferiore la paga di quelli australiani con 44 dollari: nella ‘terra dei canguri’, il 69 per cento degli insegnanti sono donne.

Poco superiore ai 41 dollari lo stipendio dei professori americani, molto vicino a quello degli inglesi che oscilla tra i 40 e i 41 USD. In Portogallo si guadagna poco più di 34 dollari al giorno, mentre in Svezia (nazione dove l’istruzione è gratuita a partire dal sesto anno di età dei bambini) l’insegnante percepisce in media 31 dollari al giorno. Stipendi docenti italiani ampiamente inferiori alla media. I docenti italiani conoscono bene, purtroppo, qual è la situazione riguardanti gli stipendi che tendono ad essere inferiori rispetto alla maggioranza dei Paesi appartenenti all’Ocse. Se la differenza è abbastanza contenuta per quanto riguarda le busta paga di inizio carriera, il gap tende visibilmente ad aumentare a mano a mano che si va avanti negli anni: dopo quindici anni, i docenti della scuola superiore possono solo confidare in uno stipendio poco meno inferiore ai 37mila dollari lordi annui, contro la media generale dei Paesi sviluppati che si attesta intorno ai 41mila.