Da IlPaeseNuovo.it – 13/01/2015 –  Al via il conto alla rovescia per le iscrizioni alle scuole di ogni ordine e grado. Tra dieci giorni, dal 15 gennaio, partiranno infatti le iscrizioni online, che proseguiranno sino al 15 febbraio per le scuole dell’infanzia e le prime classi delle scuole di ogni ordine e grado per l’anno scolastico 2015/2016. Lo stabilisce la circolare n. 51 del Miur, che prevede la possibilità di registrarsi sul sito dedicato a partire dal 12 gennaio.

“Il termine di scadenza per le iscrizioni alle scuole dell’infanzia, alle prime classi delle scuole del primo ciclo, alle prime classi del secondo ciclo, ivi comprese quelle relative ai percorsi di istruzione e formazione professionale erogati in regime di sussidiarietà integrativa e complementare dagli istituti professionali e dai Centri di formazione professionale accreditati dalle Regioni è fissato al 15 febbraio 2015 – si legge nella circolare emanata lo scorso dicembre- Le domande possono essere presentate dal 15 gennaio al 15 febbraio 2015, tenendo presente che già dal 12 gennaio 2015 i genitori possono avviare la fase della registrazione al portale delle iscrizioni online, come meglio specificato più avanti”.

La circolare, destinata a famiglie, istituzioni scolastiche, direzioni scolastiche regionali con i relativi Uffici territoriali, regioni ed enti locali, illustra le modalità operative per l’iscrizione e stabilisce, nel caso di richieste di iscrizione in eccedenza, che la scuola proceda «preliminarmente alla definizione dei criteri di precedenza nella ammissione, mediante apposita delibera del Consiglio di istituto, da rendere pubblica prima dell’acquisizione delle iscrizioni , con affissione all’albo, con pubblicazione sul sito web dell’istituzione scolastica e, per le iscrizioni online, in apposita sezione del modulo di iscrizione opportunamente personalizzato dalla scuola». Criteri, si sottolinea, che devono «rispondere a principi di ragionevolezza quali, a puro titolo di esempio, quello della vicinanza della residenza dell’alunno alla scuola o quello costituito da particolari impegni lavorativi dei genitori», tanto che “l’eventuale adozione del criterio dell’estrazione a sorte rappresenta, ovviamente, l’extrema ratiò, a parità di ogni altro criterio» mentre «è da evitare il ricorso ad eventuali test di valutazione”.

Per effetto della Spending review, le iscrizioni dovranno essere effettuate esclusivamente online per tutte le classi iniziali dei corsi di studio (scuola primaria, secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado). Possono essere effettuate online anche le iscrizioni ai Centri di formazione professionale accreditati dalle Regioni per lo svolgimento dei percorsi di istruzione e formazione professionale, qualora abbiano aderito alle procedure di iscrizione online. Mentre sono escluse da tale procedura le iscrizioni alla scuola dell’infanzia, alle scuole in lingua slovena e alle scuole delle province di Aosta, Trento e Bolzano; ai percorsi di istruzione degli adulti, ivi compresi quelli attivati presso gli istituti di prevenzione e pena. Esentati anche gli alunni in fase di preadozione: al fine di garantire adeguata protezione e riservatezza ai minori, l’iscrizione viene effettuata dalla famiglia affidataria direttamente presso l’istituzione scolastica prescelta.