Da Lettera43.it – 08/07/2013 – Esami di Stato in dirittura d’arrivo ed è già tempo di scadenze per l’anno che verrà.
Le Regioni hanno, infatti, ultimato il quadro dei calendari scolastici locali per l’anno 2013-2014: in questo modo, Collegi dei docenti e Consigli d’istituto possono programmare le attività dell’anno destinato ad aprirsi a settembre.
Di seguito, in ordine cronologico l’avvio delle lezioni nelle diverse regioni italiane:
5 SETTEMBRE  – Primi a entrare in classe gli studenti della Provincia autonoma di Bolzano.
10 SETTEMBRE – Subito dopo, tocca a Molise e Piemonte.
11 SETTEMBRE – È la volta di Toscana, Umbria, Lazio e Trentino.
12 SETTEMBRE – Si ricomincia in Basilicata, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Veneto e Valle d’Aosta.
16 SETTEMBRE – Fine delle vacanze per Abruzzo, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Liguria, Sardegna e Sicilia.
17 SETTEMBRE – Ultimi a ricominciare gli studenti della Puglia.
In 10 regioni –  Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto  –  l’ultima campanella suonerà sabato 7 giugno 2014. Nelle altre 11 regioni e province autonome le uscite sono destinate a essere graduali  –  il 9 giugno in Puglia, il 10 in Sardegna e l’11 in Basilicata, Calabria, Friuli, Liguria, Molise, Trento e Provincia  –  fino al 14 giugno, quando  –  a ridosso della prima prova degli esami di maturità –  è previsto l’ultimo giorno di lezione in Abruzzo, Valle d’Aosta e a Bolzano.
VACANZE DI NATALE DAL 23 DICEMBRE. Due le ampie pause: le vacanze di Natale e quelle di Pasqua. Le prime inizieranno dappertutto il 23 dicembre, tranne che in provincia di Trento  –  dove cominceranno il 21 dicembre  –  e in Emilia, dove alunni e insegnanti dovranno attendere la vigilia di Natale per entrare in vacanza. In tutta Italia si rientrerà a scuola dopo la pausa natalizia martedì 7 gennaio. Vacanze di Pasqua standard (17-22 aprile)  in 12 regioni e province autonome: Bolzano, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia-Giulia, Lombardia, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana e Liguria.