Da TuttoScuola.com – 17/07/2014 – Il ministro Giannini smentisce il suo sottosegretario Reggi sulle questioni dell’orario degli insegnanti e sull’apertura delle scuole, ma il premier Renzi bacchetta a sua volta il ministro per la mancanza di interventi riformatori.

In sintesi sono state queste le principali prese di posizione dei due: da una parte, nel question time del ministro alla Camera e, dall’altra, del premier ai gruppi parlamentari del PD.

Giannini: Gli orari scolastici non sono una delle priorità all’ordine del giorno. Per quanto riguarda la misurazione dell’orario di lavoro e anche dell’apertura in termini di orario scolastico non è stata finora uno dei punti di discussione se non nell’ambito di un dibattito pubblico legittimamente legato anche a interpretazioni giornalistiche e non intende esserlo nei prossimi mesi all’interno dell’ampia discussione che stiamo attivando.

Renzi: “La madre di tutte le battaglie è la scuola. Ma su questo non abbiamo fatto tutto. Anzi”. Il premier (notizie di agenzia) guarda i parlamentari del Pd e aggiunge:”Ci siamo capiti…”.  Dopo l’edilizia scolastica, è il momento di parlare degli insegnanti, dei programmi e dell’autonomia.