Da TecnicaDellaScuola.it – 09/09/2013 – Il Miur risponde ad alcuni quesiti sulle supplenze nella scuola primaria e del personale Ata.

Con riferimento alla nota prot. n. 1878 del 30 agosto scorso, con la quale sono state fornite istruzioni e indicazioni operative in materia di supplenze per l’a.s. 2013/14, il Miur risponde, con la nota prot. n. 8680 del 4 settembre 2013, ad alcuni quesiti ricevuti.

Per quanto riguarda, in particolare, la scuola primaria, alle 11 ore di insegnamento deve essere aggiunta 1 ora di programmazione anche quando le stesse derivino dalla somma di 2 spezzoni.

Sul conferimento delle supplenze al personale Ata, il Miur chiarisce infine che con riferimento ai profili di Assistente Amministrativo e di Assistente Tecnico, in caso di esaurimento delle graduatorie permanenti dei concorsi provinciali per titoli di cui all’art. 554 del D.L.vo n. 297/1994 e degli elenchi e delle graduatorie provinciali ad esaurimento predisposti ai sensi del D.M. 19 aprile 2001 n. 75 e del D.M. 24 marzo 2004 n. 35, le eventuali residue disponibilità sono assegnate dai competenti dirigenti scolastici, mediante lo scorrimento delle graduatorie di circolo e di istituto, con la stipula di contratti a tempo determinato fino alla nomina dell’avente diritto, ai sensi dell’art. 40 della legge 449/1997. I contratti così stipulati, potranno essere convertiti in supplenze fino al termine delle attività didattiche secondo quanto già precisato con le precedenti note 8468 del 26 agosto 2013 e 8516 del 28 agosto 2013.