Redazione – 17/05/2013 – è del 15 maggio la sottoscrizione dell’ “Ipotesi di contratto collettivo nazionale integrativo concernente le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie del personale docente educativo ed a.t.a. per l’anno scolastico 2013/14”.
Sottili le differenze con il contratto definitivo dello scorso anno: sono stati infatti cancellati i due articoli sull’assegnazione del personale docente e Ata ai plessi e alle sedi distaccate.
E’ stato eliminato l’articolo sull’assegnazione del personale docente ai plessi e alle sedi, oggetto di un notevole contenzioso negli anni precedenti – “mobilità interna si/no –
É stato anche cancellato l’articolo sull’assegnazione ai plessi e alle sedi coordinate del personale Ata.
L’ipotesi di contratto ribadisce il divieto, per cinque anni, di assegnazione provvisoria in altra provincia, per il personale docente assunto con decorrenza giuridica 1° settembre 2011.
Eccezione per chi fruisce di alcune precedenze.
Le precedenze sono previste ai punti I, III, IV, VI e VII dell’art.8.
La firma della preintesa da parte di tutti i sindacati sembra di buon auspicio per un’approvazione rapida del provvedimento, che ci si augura possa approdare alla propria stesura definitiva in tempi brevi.