Redazione – 07/10/2013 – Dopo lunghe settimane di attesa, finalmente qualcosa si muove sul fronte della questione pensioni per i Quota 96 della scuola. Il Ministero dell’istruzione negli scorsi giorni ha avviato ufficialmente un “censimento” dei potenziali aspiranti alla cessazione dell’attività lavorativa con i requisiti previgenti la riforma Fornero.

In sostanza, il Miur tenta di elaborare un conteggio preciso di tutti quei lavoratori del settore istruzione che non sono riusciti ad andare in pensione a causa di un errore della famigerata riforma targata Elsa Fornero: il provvedimento, infatti, ha posticipato i termini del ritiro non tenendo conto della peculiarità del comparto scuola, che si basa sull’anno scolastico (termine al 31 agosto) e non sull’anno solare.

3500 era il numero di persone indicato inizialmente dal Miur, 9 mila quello individuato dall’Inps. Ora il censimento del ministero potrebbe finalmente fare chiarezza, anche grazie alle costanti pressioni dei sindacati di categoria.

Qui il link al modello da scaricare e presentare. La scadenza per la presentazione del modello da parte degli insegnanti interessati è fissata per il 15 ottobre. Le dichiarazioni devono essere riconsegnate alla propria scuola di servizio, a meno che ci si trovi in posizione di comandato o collocato fuori ruolo, caso in cui bisogna presentarle all’Ambito Territoriale o all’ultima scuola di titolarità o di servizio. I Dirigenti Scolastici, invece, devono fare riferimento all’Ufficio Scolastico Regionale. Il modello, aspetto da sottolineare, non non ha valore di istanza di cessazione dal servizio.

Di seguito i chiarimenti sulla nota 2085 del 01/10/2013.

 

Prot. AOODPIT 2125                                                           Roma, 4/10/2013

 

Agli UFFICI Scolastici regionali

LORO SEDI

Agli Ambiti Territoriali Provinciali

LORO SEDI

 

OGGETTO: Chiarimenti nota 2085 del 1/10/2013. Personale scolastico in possesso dei requisiti pensionistici previgenti le disposizioni dell’art. 24 del D.L. 201/2011.

Si fa seguito alla nota prot. 2085 del 1 ottobre 2013, nella quale è stata rappresentata l’esigenza di quantificare gli oneri derivanti da un eventuale intervento normativo a favore di coloro che sono in possesso dei requisiti anagrafici e contributivi previgenti la riforma Fornero.

A tal fine si invia in allegato un nuovo modello che sostituisce integralmente i precedenti. Tale modello dovrà essere compilato dal personale scolastico interessato in possesso dei suddetti requisiti, entro il 15 ottobre 2013 e consegnato secondo le seguenti modalità:

– Personale docente e d educativo, IRC e personale ATA in servizio effettivo presso le istituzioni scolastiche: il modello dovrà essere compilato e consegnato alla Scuola di servizio;

– Personale docente e d educativo, IRC e personale ATA non in servizio effettivo (comandati o collocati fuori ruolo): il modello dovrà essere compilato e consegnato all’ultima scuola di titolarità o di servizio o all’Ufficio Scolastico territoriale della provincia di titolarità ;

– Dirigenti Scolastici: il modello dovrà essere compilato e consegnato all’USR di appartenenza.

Con successiva nota verrà comunicata la disponibilità dell’apposita funzione con la quale gli uffici competenti inseriranno al SIDI le dichiarazioni presentate.

f.to IL CAPO DIPARTIMENTO

Luciano Chiappetta