Da OrizzonteScuola.it – 20/12/2013 – Pubblicato dal Miur il dm n. 45 che dà avvio ai Percorsi Speciali Abilitanti. L’analisi di Orizzonte Scuola sui tempi di avvio, dopo la proroga al 9 dicembre per la comunicazione dell’offerta formativa da parte dell’Università. I criteri utilizzati per lo scaglionamento in più annualità in caso di numero elevato di corsisti. Proroga per la domanda di diritto allo studio 150 ore: le modalità verranno decise dagli USR.

Il decreto

Strutture interessate

  • Atenei
  • Istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM)

Assegnazione dei corsisti agli Atenei

Gli Uffici Scolastici Regionali trasmettono l’elenco degli ammessi ai corsi agli Atenei e Afam interessati allo svolgimento dei corsi, che assegnano i candidati alle varie sedi. Il criterio deve essere quello di mettere il corista in grado di frequentare il corso e assicurare lo svolgimento dell’eventuale servizio di insegnamento.

Corsi con un numero di candidati superiore all’offerta formativa delle Università. Priorità scaglionamento in più annualità

I criteri

  • mancanza di altra abilitazione
  • mancanza di altra abilitazione nello stesso grado di istruzione
  • maggiore anzianità di servizio (valutata secondo la tabella di valutazione della III fascia delle graduatorie di istituto).

I servizi valutabili sono quelli presenti al SIDI se prestati nelle scuole statali e quelli derivanti da autocertificazioni degli interessati se prestati nelle scuole paritarie, o nei centri di formazione professionale.

Il possesso di eventuale altra abilitazione, non indicata nella domanda di partecipazione ai corsi dovrà essere comunicato all’Ufficio Scolastico regionale cui è stata inoltrata la domanda, qualora non sia desumibile dal SIDI per effetto dell’inclusione nelle graduatorie ad esaurimento e/o di istituto di I e II fascia.

Corsi con numero di candidati esiguo (comuque inferiore alle 30 unità)

  • corsi a livello interregionale
  • raggruppamenti di classi di concorso omogenee o accorpamenti di discipline comuni. Sarà inoltre possibile attivare una parte del percorso formativo su piattaforma e learning

Svolgimento dei corsi

I corsi dovranno iniziare preferibilmente entro la seconda metà del mese di dicembre 2013 e terminare possibilmente entro la prima decade del mese di giugno 2014. Gli esami di abilitazione dovranno essere svolti entro la fine del mese di luglio 2014. (purtroppo tale previsione difficilmente potrà essere rispettata, dato che è stato prorogato al 9 dicembre il termine ultimo entro il quale le Università possono comunicare i posti disponibili

Frequenza e n. massimo di assenze consentite

La frequenza dei corsi è obbligatoria. E’ consentito un massimo di assenze nella percentuale del 20%. Il monte ore relativo sarà recuperato tramite attività on line.

Le attività didattiche in presenza dovranno essere pari ad almeno un terzo delle ore di insegnamento, le rimanenti ore saranno impegnate in attività di studio ivi comprese le attività in modalità e learning.

Abbreviazioni del percorso

E’ possibile deliberare riduzioni del carico didattico in misura non superiore al 15% del totale, in presenza delle seguenti certificate competenze disciplinari acquisite dal corsista

  • titolo di dottore di ricerca conseguito in una delle discipline oggetto dell’abilitazione
  • master universitari o corsi di perfezionamento universitari di durata almeno annuale relativi ad una delle discipline oggetto dell’abilitazione (per ogni annualità in misura di 1/3 della riduzione massima prevista).