Da OrizzonteScuola.it – 07/01/2014 – E’ questa la domanda che la Ragioneria Territoriale di Benevento pone al MEF e all’USR Campania, in seguito all’emanazione della Circolare M.I.U.R. n.18 del 4 luglio 2013, nella quale si afferma che le consistenze degli organici di fatto “devono ritenersi comprensive anche degli spezzoni orario che non hanno concorso a costituire in organico di diritto posti o cattedre”.

Fino ad oggi l’orientamento era stato quello di autorizzare il pagamento dei compensi per ore eccedenti sino al termine dell’anno scolastico, in relazione alle ore presenti nell’organico di diritto (per i docenti con contratto a tempo indeterminato e con supplenza annuale), e sino al termine delle attività didattiche, per le ore costituitesi in sede di determinazione dell’organico di fatto (per tutti i docenti, sia a tempo indeterminato che a tempo determinato).

In conseguenza della nota Miur del 4 luglio 2013 invece la Direzione Scolastica Regionale della Campania – Ambito Territoriale di Napoli – , con nota prot. n. 4108 del 25/11/2013, ha invitato i Dirigenti Scolastici di Napoli e Provincia a rettificare, al 30/06/2014, la scadenza dei contratti a tempo determinato, riguardanti sia spezzoni orari che prestazioni lavorative in ore eccedenti, eventualmente stipulati fino al 31/08/2014.

In attesa di conoscere l’orientamento interpretativo dei competenti Uffici Centrali in ordine alla scadenza dei contratti relativi alle ore d’insegnamento eccedenti l’orario d’obbligo, la Ragioneria Territoriale di Benevento ha restituito i provvedimenti, privi del visto di regolarità amministrativa e contabile, riservandosi di trasmettere le indicazioni operative, indispensabili per la corretta liquidazione delle competenze spettanti, non appena perverranno.

La nota