Da OrizzonteScuola.it – 09/08/2013 – Pubblichiamo le tabelle analitiche che evidenziano, per ciascuna provincia e profilo professionale interessato, la ripartizione del numero massimo di assunzioni da effettuare per il personale Ata, relativamente alle immissioni 2012/13.
“Al personale beneficiario dei contratti a tempo indeterminato, da conferire utilizzando le graduatorie vigenti nell’a.s. 2012/2013, sarà assegnata una sede provvisoria di servizio per l’a.s. 2013/14 utilizzando tutte quelle disponibili sino alla conclusione dell’anno scolastico, dopo aver terminato le operazioni di utilizzazione e assegnazione provvisoria in ambito provinciale.
Il predetto personale, contestualmente alla stipula del contatto, potrà produrre istanza di assegnazione provvisoria interprovinciale. Il numero di contratti a tempo indeterminato resta comunque subordinato alla effettiva vacanza e disponibilità del corrispondente numero di posti nell’organico di diritto provinciale per l’anno scolastico 2013/14, dopo l’effettuazione dei movimenti relativi a tale anno. La sede definitiva viene attribuita secondo i criteri e le modalità da determinare con il contratto sulla mobilità, relativo all’anno scolastico 2014/2015.
Si ricorda che, a seguito e per gli effetti della L. n. 135 del 7/8/2012 , non vengono disposte nomine in ruolo per i profili di assistente amministrativo ed assistente tecnico, né per il profilo dei DSGA in presenza, a livello nazionale, di un esubero superiore ai posti vacanti.
Si fa presente, inoltre, che possono essere effettuate compensazioni a livello provinciale fra i vari profili professionali della medesima area professionale o in subordine in altra area professionale, nel caso in cui non possano essere disposte nel profilo professionale interessato tutte le assunzioni autorizzate per assenza di graduatorie concorsuali o per avvenute coperture di tutte le disponibilità.
Le assunzioni sono effettuate solamente nei confronti dei candidati inseriti a pieno titolo nelle rispettive graduatorie.
E’ possibile stipulare, ricorrendone i requisiti e le condizioni, contratti in regime di part-time ai sensi dell’art.73 del decreto legge 112 del 25 giugno 2008.
La sede provvisoria è assegnata prioritariamente al personale che si trovi nelle condizioni previste dall’art. 21 e dall’art. 33, commi 5,6 e 7 della legge 104/1992.
La precedenza viene riconosciuta alle condizioni previste dal C.C.N.I. , relativo alla mobilità del personale di ruolo per l’ a.s. 2012/13.
Successivamente la sede provvisoria è assegnate nell’ordine:
a) i candidati utilmente collocati nelle graduatorie provinciali permanenti di cui all’art. 554 del D.Lvo. n. 297/1994;b) il personale assunto ai sensi della legge 12.3.1999, n. 68 e non rientrante nell’art. 21 e nell’art. 33, comma 6 della citata legge 104/92.
Per garantire la massima trasparenza delle operazioni, si prega di dare opportuna pubblicità ai contingenti da assegnare alle assunzioni e adeguata informativa alle OO. SS. sulle operazioni effettuate.
Tutte le operazioni devono essere concluse entro il 31 agosto p.v..
f.to IL DIRETTORE GENERALE – Luciano Chiappetta”

La nota

Il file