Da TuttoScuola.com – 24/06/2015 – Prime indiscrezioni sul maxiemendamento presentato al Senato in Commissione istruzione dai relatori di maggioranza, Francesca Puglisi (Pd) e Franco Conte (Ap).

Gli idonei al concorso a cattedre 2012 rientreranno nel Piano straordinario assunzioni 2015 previsto dal ddl Scuola. Il testo dunque, tra i soggetti che saranno assunti a tempo indeterminato, considera tutti “gli iscritti a pieno titolo, alla data di entrata in vigore della presente legge, nelle graduatorie del concorso pubblico per titoli ed esami a posti e cattedre bandito” dal Miur nel 2012: inserendo, quindi sia vincitori che idonei.

Il ddl, così come modificato dalla Camera, prevedeva l’assunzione per gli idonei a partire dal 2016, ma la proposta dei relatori anticipa l’immissione in ruolo di un anno.

Sì anche alla valutazione dei dirigenti scolastici che saranno giudicati in base a questi criteri: competenze gestionali e organizzative finalizzate al raggiungimento dei risultati, correttezza, trasparenza, efficienza ed efficacia dell’azione dirigenziale, in relazione agli obiettivi assegnati nell’incarico triennale; valorizzazione dell’impegno e dei meriti professionali del personale dell’istituto, sotto il profilo individuale e negli ambiti collegiali.

E ancora: apprezzamento del proprio operato all’interno della comunità professionale e sociale; contributo al miglioramento del successo formativo e scolastico degli studenti e dei processi organizzativi e didattici, nell’ambito dei sistemi di autovalutazione, valutazione e rendicontazione sociale; direzione unitaria della scuola, promozione della partecipazione e della collaborazione tra le diverse componenti della comunità scolastica, dei rapporti con il contesto sociale e nella rete di scuole.

Per la loro valutazione, per il triennio 2016-2018, potranno essere affidati incarichi ispettivi a tecnici del ministero dell’Istruzione.

Slitterà di tre mesi, al 1° dicembre 2015, il termine entro cui il ministero dell’Istruzione dovrà bandire il prossimo concorso a cattedre per l’assunzione a tempo indeterminato di personale docente.