Da CorriereQuotidiano.it – 21/04/2015 – L’Italia è l’ultimo paese dell’Ue per percentuale di laureati tra i trentenni. Lo segnala Eurostat in un rapporto sull’istruzione nell’Unione europea.

Soltanto il 23,9% degli italiani tra i 30 e i 34 anni ha acquisito una laurea, contro una media europea del 37,9% e a fronte di percentuali intorno o superiori al 50% in numerosi paesi Ue, tra cui anche Lituania, Cipro, Irlanda, Gran Bretagna e Svezia.

Nonostante i notevoli miglioramenti registrati dall’Italia a partire dal 2002, quando la percentuale di laureati tra i trentenni era di appena il 13,1%, l’Italia resta ancora al di sotto dell’obiettivo di raggiungere almeno il 26% di laureati entro il 2020, come stabilito dal piano europeo per l’istruzione.

L’obiettivo italiano e’ tra l’altro molto inferiore a quello europeo, per cui la meta e’ di raggiungere almeno il 40% di laureati entro il 2020 tra gli adulti di età compresa tra i 30 e i 34 anni.

Nelle ultime posizioni Ue, l’Italia è preceduta da Romania, Malta, Slovacchia, Repubblica Ceca, Bulgaria e Portogallo.