Da NewsScuola.it – 19/12/2014 – Il Miur non perde tempo e in attesa dell’approvazione definitiva della Legge di Stabilità, che comprende anche le misure de “La Buona Scuola”, attualmente in discussione al Senato, inizia a dare concretezza al piano straordinario di immissioni di circa 150mila docenti previsto dalla proposta del governo per l’anno 2015-16 e che confluirà in un decreto legge ad hoc già a partire dal gennaio 2015.

Si inizierà con operazioni di censimento che saranno espletate dagli uffici scolastici regionali con lo scopo di appurare quanti vincitori e idonei del concorsone 2012 aventi diritto al ruolo siano rimasti nelle graduatorie delle diverse cdc su tutto il territorio nazionale.

Del resto, i primi importanti segnali si erano già avuti nei mesi scorsi, quando il Ministero di viale Trastevere aveva dato ai direttori generali dei vari USR direttive più precise e stringenti al fine di velocizzare tanto le operazioni di immissioni in ruolo per l’anno scolastico in corso quanto quelle di attribuzione delle nomine giuridiche. Obiettivo: arrivare a quantificare con una buona approssimazione il numero effettivo dei nominativi presenti nelle GAE e nelle GM del concorsone 2012 destinatari del piano straordinario di immissioni previsto da La Buona Scuola.

Ora, il Miur si avvia a mettere a punto il sistema informatico che renderà possibile tutto questo e invita gli USR ad aggiornare il SIDI con i dati completi e validi relativi al concorso DDG 82/2012.

Le operazioni si concluderanno obbligatoriamente entro dicembre per poi lasciare il passo alla definizione del decreto legge che conterrà, tra le altre cose, i provvedimenti attuativi del piano di immissioni in ruolo per il prossimo anno scolastico.