Da TuttoScuola.com – 14/01/2015 – “In questi giorni in cui il terrore e l’odio hanno dato atroce prova di sè nel cuore dell’Europa dobbiamo dare concreta e quotidiana testimonianza dei valori al centro della rivoluzione francese – libertà, uguaglianza, fraternità – e di quelli al centro del sogno europeo – integrazione, pace, rispetto dei diritti umani. E non c’è luogo migliore della scuola per darne testimonianza, dove ogni mattina si incontrano ragazzi con diverse provenienze, religioni, tradizioni, per ricevere quelle splendide “armi” per affrontare la vita, le uniche lecite, che sono l’educazione e la cultura”. Così Pietro Grasso, presidente del Senato in occasione della presentazione dell’iniziativa ‘La memoria e l’immagine – Scuole per la storia’.

“Un’iniziativa – ha sottolineato – che ci offre numerosi spunti di riflessione sulla centralità del sistema scolastico nella vita italiana e testimonia il cammino che insieme, il mondo della Scuola e il nostro Paese, hanno percorso dalla fine dell’800 fino ai nostri giorni”.

“Quella di oggi però – ha proseguito Grasso – è l’occasione per sottolineare ancora una volta l’importanza, la forza e l’attualità del messaggio di Don Milani. Non aveva paura di schierarsi, sempre dalla parte dei più deboli e degli oppressi, non aveva paura di andare contro le regole e non aveva paura di forzare i limiti della legge per affermare un concetto, un’idea, e per educare i ragazzi al senso della legalità più profondo”.

Il presidente del Senato ha poi citato Don Milani e ha sottolineato come “il suo pensiero, in anticipo sui tempi, non può che essere un punto di riferimento per chi opera nella scuola, e l’impegno che ogni giorno, nelle migliaia di classi delle scuole del nostro Paese, gli insegnanti mettono nel loro lavoro costituisce il modo più significativo per assicurare continuità alla sua preziosa opera”.

“Solo attraverso la conoscenza e il sapere, essenziali per conseguire ogni traguardo di vita, i nostri figli potranno diventare cittadini consapevoli e uomini liberi – ha aggiunto Grasso – ogni giorno nelle aule scolastiche si costruisce il futuro, si educano ragazze e ragazzi, si formano coscienze e senso critico, si creano legami e rapporti, si preparano alla vita coloro che saranno i cittadini di domani”.