Da OrizzonteScuola.it – 29/06/2014 – Il 3 luglio potrebbe essere la data di inizio della presentazione on line del modello B per la scelta delle istituzioni scolastiche per l’inserimento nelle graduatorie di istituto. Restiamo in attesa di ulteriori conferme.

La compilazione del modello B è la seconda fase della procedura di aggiornamento delle graduatorie di istituto per il triennio 2014/16. Si tratterà di scegliere le istituzioni scolastiche della provincia già individuata entro il 23 giugno con la presentazione dei modelli A1, A2, A2bis per II e/o III fascia, nonchè per la I fascia per chi è inserito nelle Graduatorie ad esaurimento.  Il modello B si presenta in modalità esclusivamente telematica (non sarà necessario stamparlo e/o allegarlo alla domanda, o inviarlo in formato cartaceo alla scuola) tramite Istanze on line.

L’aspirante potrà richiedere un massimo di 20 istituzioni scolastiche, appartenenti alla medesima provincia, con il limite, per quanto riguarda la scuola dell’infanzia e primaria, di 10 istituzioni di cui, al massimo, 2 circoli didattici.

Nell’ambito del numero delle scuole prescelte per l’inclusione nelle graduatorie di scuola dell’infanzia e primaria, gli aspiranti potranno  richiedere un massimo di 7 istituzioni scolastiche, col limite di 2 circoli didattici, in cui essere chiamati con priorità, con le particolari e celeri modalità d’interpello nei casi di supplenze brevi sino a 10 giorni.

1) Il modello B è solo on line o deve essere spedito o consegnato a mano presso la scuola capofila?

Il modello B va compilato esclusivamente on line. La procedura termina lì, come indicato nella nella Guida del ministero per la compilazione.

Ogni inoltro avrà l’effetto di salvataggio dei dati acquisiti e contemporaneamente di

  • produrre un pdf (salvato nell’archivio della pagina personale di Istanze on line)
  • inviare una mail al docente
  • depositare la domanda in una base informativa dedicata. Dopo la chiusura per la presentazione del modello B i moduli di domanda saranno messi a disposizione degli uffici e istituzioni scolastiche di competenza.

2) Chi deve presentare il modello B?

Tutti i docenti, di I, II e III fascia che hanno presentato domanda per le Graduatorie ad esaurimento e/o graduatorie di istituto

3) Quanti modelli B si possono compilare?

Solo uno, valido per tutte le classi di concorso/posti di insegnamento cui si ha accesso con titolo di studio e/o abilitazione, cioè gli spazi a disposizione saranno sempre max 20, indipendentemente dal numero di classi di concorso per le quali ci si inserisce.

L’aspirante può richiedere un massimo di 20 istituzioni scolastiche, appartenenti alla medesima provincia, con il limite, per quanto riguarda la scuola dell’infanzia e primaria, di 10 istituzioni di cui, al massimo, 2 circoli didattici.

Pertanto, chi accede per più classi di concorso sceglie quale spazio (cioè quante scuole) destinare all’una o all’altra.

4) Il docente che ha già compilato il modello B nel 2011, deve presentarlo nuovamente?

Sì, non è prevista la conferma del modello B precedente. Chi non compila il modello B, per il triennio 2014/16 sarà inserito solo nelle graduatorie di istituto della scuola capofila alla quale è stato consegnato il modello cartaceo (per II e/o fascia), per i soli insegnamenti in essa impartiti.

5) Il docente che ha già compilato il modello B nel 2011 ha delle agevolazioni nella compilazione?

Se conferma la stessa provincia di inserimento sicuramente sì, poichè vengono visualizzate le sedi già espresse nel 2011. Si può confermare quelle o sostituirle. Bisogna comunque sostituire necessariamente quelle che non esistono più in seguito a dimensionamenti e accorpamenti avvenuti negli ultimi anni (saranno evidenziate in rosso).

I tasti a disposizione sono Inserisci/Modifica/Cancella/Importa.

Con il pulsante Importa sarà possibile confermare le sedi eventualmente inserite precedentemente.

6) Il docente iscritto nelle Graduatorie ad esaurimento presenta solo il modello B?

Se quelle per le quali è iscritto nelle Graduatorie ad esaurimento sono le uniche classi di concorso/ posto di insegnamento alle quali può accedere, è corretto compilare solo il modello B on line e nessun modello cartaceo.
Se invece, oltre alle classi della GaE il docente accede ad altre classi di concorso per le quali non è abilitato, può accedere alla III fascia delle Graduatorie di istituto in questo caso avrà presentato il modello cartaceo entro il 23 giugno 2014. Si tratta infatti di una possibilità, non di un obbligo, non è infrequente infatti il caso di docenti che utilizzano il modello B solo per scegliere scuole in cui è presente l’insegnamento per cui sono abilitati, tralasciando del tutto quelli per cui si è privi di abilitazione o per cui si accede alla II fascia.

 7) Come modificare i dati di recapito/anagrafici presenti nella schermata del modello B?

Non vanno modificati nel modello B, ma nella schermata della home page di Istanze on line. Nel riquadro di destra c’è scritto: Gestione Utenza – Variazione dati personali.

I dati anagrafici invece non possono essere modificati. E’ necessario rivolgersi alla scuola in cui è stata effettuata l’identificazione (o comunque una istituzione scolastica).

8) Com’è possibile conoscere in quali istituti della provincia prescelta è attivato l’insegnamento che ci interessa?

Purtroppo non esiste un unico elenco del genere (non esiste ad es. un elenco aggiornato delle scuole medie ad indirizzo musicale), per cui bisogna guardare l’organico di diritto, oppure consultare i siti internet delle singole scuole alla ricerca di informazioni, o affidarsi alla classica telefonata in segreteria/presidenza.

9) Nel modello B il docente ritrova l’indirizzo mail di @istruzione, ma preferirebbe inserire quello privato, perché non usa mai quello di @istruzione. Come fare?

Non è consigliabile variare l’indirizzo di posta per chi ha un indirizzo@istruzione.it, perchè in ogni caso sarebbe quest’ultimo quello visualizzato dalle segreterie. E’ invece conveniente attivare l’inoltro automatico della posta in arrivo nella casella @istruzione.it alla casella di posta privata che viene utilizzata maggiormente.

10) Quante sedi sono esprimibili per il docente che accede a infanzia e/o primaria? 10 o 20?

L’aspirante che abbia solo insegnamenti di scuola dell’infanzia e primaria può richiedere al massimo 10 scuole fra circoli e istituti comprensivi. I circoli non possono essere più di due, ad eccezione delle province che abbiano disposto la deroga a tale vincolo (probabilmente Bari). L’aspirante che abbia anche insegnamenti di scuola secondaria può chiedere fino a 20 scuole. Per infanzia e primaria è possibile esprimere la volontà di usufruire delle supplenze fino a 10 giorni per un massimo di 7 istituzioni scolastiche (sempre con il limite dei 2 circoli), flaggando nell’apposita schermata il campo Supplenze al massimo pari a 10 giorni.

11) Chi compila e inoltra il modello B, come potrà rimediare ad un errore?

Entro la data di scadenza il modello B potrà essere modificato. L’importante è effettuare, ogni volta, un nuovo inoltro. Il sistema acquisirà solo l’ultimo modello inoltrato.

12) Conclusa la compilazione del modello B con l’inoltro, come si comprende che la procedura è andata a buon fine?

  • il modello si trova depositato, in PDF, nell’archivio 2014 presente sulla Home Page di Istanze online
  • l’aspirante ha ricevuto una e mail contenente in allegato il PDF

13) A quale scuola intestare il modello B?

La prima scuola da inserire in elenco dovrà essere la “scuola capofila” alla quale è stata presentata la domanda cartacea entro il 23 giugno. Solo gli aspiranti della I fascia possono inserire qualsiasi scuola della provincia prescelta, purchè appartenga al tipo di istituzione scolastica di grado superiore.