Da OrizzonteScuola.it – 02/02/2014 – sempre più docenti presentano proposte utili per una modifica della tabella di valutazione dei titoli per le graduatorie di istituto, che dovranno essere aggiornate per il triennio 2014 15, 2015 16, 2016 17.

Si propone di superare la tabella di valutazione dei titoli, modificandola in senso più meritocratico.

Nell’attuale tabella di valutazione dei titoli il massimo punteggio raggiungibile per i titoli culturali è di 22 punti.

Per ciascuno dei sotto elencati titoli culturali e professionali sono attribuiti i seguenti punteggi:

1) Dottorato di ricerca: al conseguimento del titolo punti 12. Si valuta un solo titolo.

2) Diploma di specializzazione pluriennale: punti 6. Si valuta un solo titolo.

3) Master universitario di durata annuale con esame finale, corrispondente a 1500 ore e 60 crediti, coerente con gli insegnamenti cui si riferisce la graduatoria, punti 3.

4) Attestato di corso di perfezionamento universitario, di durata almeno annuale con esame finale, coerente con gli insegnamenti cui si riferisce la graduatoria, punti 1. * con nota del 3 novembre 2011 la valutazione è stata elevata a 3 punti

E’ possibile valutare per ogni anno accademico uno solo dei titoli indicati ai precedenti punti 3 e 4, sino ad un massimo di 3 titoli complessivi.

5) Limitatamente alla graduatoria di strumento musicale nella scuola media (cl. 77/A), per il diploma di perfezionamento conseguito presso l’Accademia nazionale di S. Cecilia, relativo allo strumento cui si riferisce la graduatoria punti 3.

Secondo i docenti che ci hanno scritto tale valutazione è anacronistica. Elevando il limite del punteggio massimo per i titoli culturali si otterrebbero due risultati

  • Si incentiverebbe l’aggiornamento in servizio di quanti non ritengono affatto di dover migliorare le proprie conoscenze e competenze;
  • si premierebbero quei docenti che, a loro spese e, spesso con sacrifici personali e a volte ostacolati da Dirigenti e colleghi, credono che la formazione sia uno strumento di crescita professionale.