Da LaStampa.it – 14/03/2015 – L’obiettivo è creare un polo di formazione online dedicato al training delle piccole e medie imprese entro il 2016.

Google investirà 25 milioni di euro per l’istruzione digitale di almeno un milione di cittadini europei entro il 2016. Lo ha annunciato a un evento organizzato a Bruxelles il responsabile Mountain View per l’Europa, Matt Brittin, spiegando che l’obiettivo è creare nuovi programmi europei e realizzare un polo di formazione online dedicato al training delle piccole e medie imprese. I «tool» e le piattaforme saranno targate Google naturalmente.

«L’Unione europea prevede che 900 mila posti di lavoro rimarranno vacanti perché gli studenti mancano di capacità chiave», ha spiegato Brittin riferendosi alle competenze digitali. «I politici europei – ha continuato Brittin – devono spianare la strada per la costruzione di un mercato unico digitale che, come ha riconosciuto la Commissione europea, è fondamentale per la crescita. Infatti, potrebbe portare a un incremento del Pil in Europa del 4% entro il 2020 e produrre una crescita addizionale fino a 250 miliardi di euro».

Brittin non ha fornito ulteriori informazioni sui corsi di formazioni, ma potrebbero essere simili a quelli già sviluppati, sempre su iniziativa di Google, come Weltweit Wachsen  che aiuta le imprese tedesche a svilupparsi online e Actìvate che agevola i giovani iberici nella ricerca di lavoro arricchendo le loro competenze digitali. Google ha unito nei scorsi giorni i suoi due poli in Europa sotto la guida unica di Brittin che ha elogiato la scena delle startup tecnologiche europee, spiegando che viaggiano di pari passo a quelle statunitensi. «Google – ha raccontato Brittin – ha oltre 9 mila dipendenti che lavorano in Europa, la maggior parte di cui sono europei. Negli ultimi 4 anni abbiamo fatto investimenti di 4 miliardi di euro».