Da TuttoScuola.com – 03/12/2014 – Continuano le discussioni tra la Commissione europea e l’Italia sul caso dei contratti a termine nella scuola: è previsto per giovedì un nuovo incontro a Bruxelles con una delegazione italiana che si occupa del dossier per evitare nuovi guai all’Italia.

La riunione è stata annunciata da un funzionario dell’esecutivo Ue nel corso di un incontro della commissione Petizioni del Parlamento Ue, durante il quale gli eurodeputati hanno esaminato la situazione del precariato nella scuola pubblica in Italia.

I colloqui di giovedì saranno incentrati sulla procedura d’infrazione aperta dalla Commissione europea sulla discriminazione degli insegnanti precari, alla luce della sentenza della scorsa settimana della Corte Ue che ha stabilito che ”la normativa italiana sui contratti di lavoro a tempo determinato nel settore della scuola è contraria al diritto dell’Unione”. Secondo i giudici del Lussemburgo, ”il rinnovo illimitato di tali contratti per soddisfare esigenze permanenti e durevoli delle scuole statali non è giustificato”.