Da TuttoScuola.com – 04/05/2016 – Le agenzie di stampa hanno battuto questa notizia relativa dichiarazioni del ministro Giannini sui compensi per i commissari del concorso.

“C’è un emendamento governativo che verrà proposto all’interno del decreto che abbiamo presentato la scorsa settimana e che riguarda le misure scolastiche. Avevamo già posto questo problema in stabilità, ma questa misura non è passata. Ora la riproponiamo con forza”.

Lo ha detto la ministra dell’Istruzione, dell’università e della ricerca, Stefania Giannini, a chi gli chiedeva un commento sul compenso di circa un euro all’ora dei commissari per il concorso per insegnanti, a margine della Giornata della ricerca, alla Bicocca di Milano.

L’emendamento prevede un aumento del compenso “nei limiti dei parametri possibili ma in modo consistente. Più o meno il doppio di quello che era previsto”, ha aggiunto.

Il raddoppio del compenso per i membri delle commissioni non equivale al raddoppio del compenso orario, perché rimarrebbe inalterato il valore di 0,50 centesimi per ogni prova corretta e per ogni candidato esaminato all’orale.

Se davvero è questo che prevede l’emendamento, sarà difficile convincere dirigenti e docenti a rendersi disponibili per le commissioni nelle 12 regio costrette a riaprire i termini per presentare domanda.