Da NotizieDellaScuola.it – 09/10/2013 – Il Miur ha comunicato alle istituzioni scolastiche gli aggiornamenti normativi introdotti dalla cosiddetta “Legge dal Fare” che risultano rilevanti ai fini dell’esecuzione dei lavori am-messi a finanziamento nell’ambito della Programmazione dei Fondi Strutturali Europei 2007-2013 – PON “ambienti per l’apprendimento”.

Con riferimento alla procedura di attuazione dell’Avviso Congiunto 15 giugno 2010 prot. n. 7667, relativo alla presentazione dei piani di interventi finalizzati alla riqualificazione degli edifici scolastici pubblici in relazione all’efficienza energetica, alla messa a norma degli impianti, all’abbattimento delle barriere architettoniche, alla dotazione di impianti sportivi e al miglioramento dell’attrattività degli spazi scolastici per il triennio 2010-2013, il Miur ha emanato la nota 27 settembre 2013 prot. n. 9605, che comunica alle istituzioni scolastiche gli aggiornamenti normativi introdotti dalla L. 98 del 09/08/2013 (la cosiddetta “Legga dal Fare”) che risultano rilevanti ai fini dell’esecuzione dei lavori ammessi a finanziamento.

La suddetta nota riporta gli articoli che trovano refluenze sulla normativa afferente ai lavori pubblici, con una breve sintesi sulle modificazioni introdotte dagli stessi. In particolare:

  • Art. 32, comma 7 bis: reintrodotto nel Codice dei contratti pubblici il criterio della determinazione del prezzo più basso al netto delle spese relative al costo del personale
  • Art. 26 ter: lavori pubblici, reintrodotto l’obbligo dell’anticipazione contrattuale del 10%
  • Art. 31: semplificazioni in materia di DURC (Documento unico di regolarità contributiva)

Le nuove disposizioni normative intervenute con la “Legge del Fare” devono essere recepite nell’ambito dei procedimenti di attuazione dei Piani di Intervento finanziati nell’ambito dell’Asse  II del PON “ambienti” in fase di attuazione.

Ricordiamo che il P.O.N. FESR “Ambienti per l’apprendimento” soddisfa le richieste di attrezzature e infrastrutture necessarie per una migliore formazione e per una migliore funzionalità degli ambienti scolastici. Sono appena state pubblicate le autorizzazioni per la Campania e la Sicilia  e le relative comunicazioni degli USR Campania e Sicilia.