Da TuttoScuola.com – 09/06/2013 – Un comunicato stampa del Movimento 5 Stelle, sul valore abilitante del diploma magistrale è stato pubblicato qualche giorno fa su TuttoScuola.com. Eccone il testo:
La Commissione Cultura M5S alla Camera dei Deputati ha depositato un’interpellanza sul valore di abilitazione all’insegnamento nella scuola primaria del diploma di maturità magistrale. Il M5S sostiene la conferma dei diritti acquisiti dai diplomati.
Il M5S rinnova l’invito al Ministero ed a tutto il mondo politico perché sia trovata una soluzione coerente con quanto sancito dalla legge per la questione che riguarda i diplomati magistrali, ai quali deve essere riconosciuto il valore di abilitazione del titolo già posseduto e conseguito a seguito di esame di stato avente valore di abilitazione all’insegnamento, e deve essere assicurato il medesimo trattamento riservato a tutti gli altri possessori di titolo di abilitazione sia in termini di collocazione nelle corrette graduatorie statali per gli abilitati, sia per quanto concerne la possibilità di insegnare nella scuola paritaria o ottenere il riconoscimento del proprio titolo professionale all’estero.
Anche la Commissione Europea dopo una attenta istruttoria riguardante tutte le norme relative ai diplomati magistrali è arrivata alla conclusione che il diploma di maturità magistrale è una qualifica completa.”
A questo punto appare davvero privo di razionalità il comportamento del MIUR che insiste nel voler negare, in contraddizione con chi ha il compito di vigilare sull’applicazione del Diritto Comunitario, i diritti fondamentali sanciti da accordi e norme comunitarie.” dichiara Maria Marzana, prima firmataria dell’interpellanza M5S.
“Ora la palla passa al Ministero con l’auspicio di confermare in tempi brevi ai diplomati la loro abilitazione, ed i loro diritti di accesso all’insegnamento al pari di ogni altro collega fornito di abilitazione.”