Da TecnicaDellaScuola.it – 19/08/2018 – Il Parlamento francese ha approvato definitivamente il divieto di utilizzo dei cellulari nelle scuole fino ai 14-15 anni di età, promessa della campagna elettorale del presidente Emmanuel Macron, che canta vittoria: “Impegno mantenuto. Oggi l’Assemblea Nazionale ha definitivamente approvato la legge che vieta l’utilizzo dei cellulari nelle scuole”.

Astenute destra e sinistra – I deputati della maggioranza presidenziale e del centro hanno votato a favore all’Assemblea nazionale, mentre destra e sinistra si sono astenute.

Il divieto riguarda ogni dispositivo dotato di connessione: cellulare, tablet, orologio.

Sono però previste eccezioni “per scopi pedagogici”, mentre le scuole superiori avranno la possibilità, ma non l’obbligo, di adottare il divieto nei loro regolamenti interni.

Un regolamento interno nelle superiori – Infatti il Codice dell’istruzione vieta, per legge dal 2010, l’uso di telefoni cellulari “durante ogni attività di insegnamento e nei luoghi previsti dal regolamento interno”.

Ma secondo il ministro dell’Istruzione Jean-Michel Blanquer questo divieto mancava di un solco giuridico solido.