Corso intensivo di qualificazione per l’esercizio della professione
di educatore professionale socio-pedagogico

(valido ai sensi della L. 205/2017, commi 594-601, inerente la nuova figura dell’Educatore professionale sociopedagogico)

Organizzato dalla Facoltà Pontificia di Scienze dell’Educazione “Auxilium” di Roma ai sensi della L. 205/2017, commi 594‐601, inerente la nuova figura dell’Educatore professionale socio‐pedagogico.

Accesso al corso

Ai sensi della L. 205/2017, comma 597, possono accedere al Corso tutti i soggetti in possesso alla data del 01.01.2018 di uno dei seguenti requisiti:

  • inquadramento nei ruoli delle amministrazioni pubbliche a seguito del superamento di un pubblico concorso relativo al profilo di educatore;
  • svolgimento dell’attività di educatore per non meno di tre anni, anche non continuativi, da dimostrare mediante dichiarazione del datore di lavoro o con autocertificazione dell’interessato, ai sensi del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445;
  • diploma rilasciato entro l’anno scolastico 2001/2002 da un istituto magistrale o da una scuola magistrale.

Si avvisa che il corso intensivo per la qualifica di educatore professionale sociopedagogico non riguarda gli educatori dei servizi all’infanzia. Il conseguimento dei 60 cfu, con il detto Corso, che regolano in via transitoria l’acquisizione della qualifica di educatore professionale socio-pedagogico per coloro che hanno maturato esperienza professionale per almeno tre anni, NON ha valore per accedere ai servizi per la prima infanzia.

 

Insegnamenti : <<clicca qui>>

 

Modalità di svolgimento:

Corso erogato in modalità blended learning.

 

Costi :

Costo del Corso da Euro 580 Euro 530* (vedasi dettagli)

 

Scadenza iscrizione :

Martedì 23 Ottobre 2018

 

Esami

Gli esami si svolgeranno nelle seguenti città:
Agrigento, Alessandria, Ancona, Andria, Aosta, Arezzo, Avellino, Bari, Bergamo, Bologna, Brescia, Cagliari, Caltanissetta, Campobasso, Caserta, Castelvetrano (TP), Catania, Catanzaro, Como, Cosenza, Cuneo, Ferrara, Firenze, Foggia, Forlì, Frosinone, Genova, Grosseto, Imperia, L’Aquila, La Spezia, Latina, Lecce, Livorno, Mantova, Matera, Messina, Milano, Modena, Napoli, Novara, Nuoro, Oristano, Padova, Palermo, Parma , Pavia, Perugia, Pescara, Piacenza, Pisa, Potenza, Prato, Ravenna, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Rimini, Roma, Salerno, Sassari, Siracusa, Taranto, Terni, Torino, Trento, Treviso, Trieste, Ucria (ME), Udine, Varese, Venezia, Verona, Vibo Valentia, Vicenza, Viterbo e Vittoria/Ragusa.
Sarà possibile l’apertura di ulteriori sedi al raggiungimento del numero minimo previsto di 20 Iscritti. L’esame finale Universitario dovrà essere svolto comunque entro la fine dell’anno scolastico 2018/2019.