Da OrizzonteScuola.it – 25/07/2013 – Ieri, durante il question time, il Ministro Carrozza ha espresso preoccupazione circa i ritardi che alcune sentenze, ed in particolare quella sul concorso a Dirigente in Lombardia, causeranno per l’assegnazione dei presidi alle scuole. E promette un intervento normativo. Avviate procedure per individuare danno erariale.
La questione delle buste trasparenti in Lombardia, ma anche altre problematiche che hanno portato i tribunali a rallentare le procedure concorsuali in varie regioni d’Italia, preoccupa il Ministro.  “Non mi sfugge l’esigenza di garantire il regolare avvio dell’anno scolastico, – ha affermato durante il question time svoltosi ieri – con particolare riferimento alle scuole della Lombardia: per questa ragione, mi sono già fatta promotrice di un intervento normativo che contemperi il doveroso rispetto del giudicato con l’esigenza di dotare il più ampio numero di scuole della loro figura di vertice. Confido che la norma verrà inserita in un prossimo provvedimento urgente del Governo”.
Ricordiamo che Il Consiglio di Stato ha deciso di rigettare l’appello del MIUR relativo al concorso a Dirigente in Lombardia a causa di varie irregolarità, non ultima quella relativa alle “buste trasparenti” che non garantiva l’anonimato dei candidati.
A causa di ciò si dovranno ricorreggere gli elaborati, sostituendo le buste e nominando una nuova commissione, con tempi che non garantiranno soluzione entro l’avvio dell’anno scolastico.
Il ministro ha spiegato che, proprio in Lombardia, si ha “la situazione più grave, dove un errore nella scelta delle buste contenenti il cartoncino con le generalità dei candidati ha determinato l’annullamento di alcune fasi della procedura, che dovranno essere rinnovate. Di conseguenza, il concorso non si concluderà in tempo per dotare dei nuovi dirigenti molte scuole attualmente scoperte. Ho disposto la trasmissione degli atti alla Corte dei conti, perché valuti le eventuali responsabilità per danno erariale”, ha concluso.