Da OrizzonteScuola.it – 14/11/2013 – Il Sottogretario all’Istruzione Toccafondi ha risposto alle interrogazioni parlamentari degli On. Santerini e Baldelli, sulle iniziative per la definizione della graduatorie di merito del concorso, con particolare riferimento alla situazione del Lazio. Rassicurazioni sull’assunzione di tutti i vincitori nel corso del triennio, per evitare sovrapposizioni con la prossima procedura concorsuale.
Le richieste dell’On. Santerini (Scelta Civica)
assicurare che il contingente numerico delle immissioni in ruolo per l’anno prossimo equivalga per lo meno al numero di immissioni in ruolo prese da graduatorie ad esaurimento per il presente anno scolastico e che tali immissioni siano totalmente effettuate dalle graduatorie di merito del concorso, laddove quest’anno siano state effettuate totalmente dalle graduatorie ad esaurimento;
garantire che, in ogni caso, il personale che sarà immesso nel 2014-2015 avrà un’anzianità giuridica con decorrenza dal 1 o settembre 2013 e che sarà inserito in mobilità per la sede definitiva già alla fine dell’anno scolastico 2013-2014;
prevedere che la validità triennale delle graduatorie di merito, qualora le stesse siano pubblicate in corso d’anno, decorra dall’anno successivo e non dall’anno scolastico stesso;
utilizzare prioritariamente per le supplenze annuali ancora non assegnate (sia al 31 agosto, sia al 30 giugno, sia temporanee) i vincitori di concorso non immessi in ruolo e in subordine gli idonei. Ciò consentirebbe anche a tale personale di espletare sicuramente un periodo pari o maggiore di sei mesi, che potrebbe essere valutato come anno di prova;
procedere, al termine dell’immissione in ruolo dei vincitori dell’attuale concorso e prima di procedere all’emanazione di ulteriori concorsi, all’immissione in ruolo degli idonei non vincitori del concorso in questione
Le richieste dell’On. Baldelli (Popolo della Libertà) – il riferimento è alla procedura concorsuale della regione Lazio. L’USR non ha disposto, per l’a.s. 2013/14 alcuna nomina da concorso DDG n. 82 del 24 settembre 2013
e le assunzioni dei vincitori del concorso devono avere inizio nell’anno scolastico 2013-2014,
previsione di un accantonamento dei posti ed il relativo conferimento di nomine giuridiche già a partire dai prossimi giorni, per coloro i quali avrebbero avuto il diritto di entrare in ruolo da questo anno scolastico e per i quali non è stato possibile, invece, ottenere l’assunzione, non avendo l’ufficio scolastico regionale del Lazio pubblicato entro il 31 agosto 2013 le graduatorie neanche per le classi di concorso le cui procedure concorsuali, insieme ai lavori delle commissioni, erano chiuse da tempo.
La risposta del sottosegretario Toccafondi
La mancata approvazione delle graduatorie nel termine utile per le immissioni in ruolo ha costretto l’amministrazione ad effettuare le assunzioni per il 2013-2014 attingendo dalle graduatorie ad esaurimento e dalle graduatorie dei precedenti concorsi. Tale circostanza comporta degli inconvenienti relativamente alla decorrenza giuridica dell’immissione in ruolo dei candidati vincitori, ma non compromette le possibilità di assunzione.
Difatti, fermo restando che il contingente di assunzioni per il prossimo anno scolastico non è al momento ancora quantificabile, perché legato a situazioni ancora da accertare, prima tra tutte l’entità dei pensionamenti, l’amministrazione assumerà tutti i vincitori nel corso del triennio, evitando così sovrapposizioni con la prossima procedura concorsuale.