Da TuttoScuola.com – 30/01/2014 – Sono undici le priorità per il 2014 individuate dal ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Maria Chiara Carrozza, contenute nell’Atto di indirizzo, emanato dal ministro, che individua le priorità politiche e le relative aree di intervento per l’anno appena iniziato ”in coerenza con la strategia dell’Unione europea per il 2020”.

Gli impegni assunti riguardano scuola, università e ricerca. Ecco l’elenco delle priorità:

– razionalizzazione e semplificazione dell’organizzazione amministrativa centrale e periferica, dematerializzazione delle procedure amministrative;

– attuazione del piano di edilizia scolastica per la messa in sicurezza degli edifici scolastici e per la costruzione di nuove scuole;

– sistema di valutazione come strumento di supporto alla gestione delle istituzioni scolastiche;

– infrastrutturazione digitale delle scuole;

– potenziamento dell’istruzione tecnico-professionale e raccordo dei sistemi di istruzione, di formazione e lavoro;

– semplificazione delle procedure di avvio dell’anno scolastico;

– rafforzamento dell’autonomia e delle istituzioni scolastiche;

– semplificazione dei rapporti tra le strutture di Formazione superiore e il Miur;

– sostegno al percorso di internazionalizzazione del sistema Ricerca e del sistema di Formazione superiore;

– promozione dello status di ricercatore attraverso l’educazione all’indipendenza e una reale autonomia del ricercatore;

– rilancio del sistema dell’Alta formazione attraverso una riforma del sistema dei conservatori e delle accademie.