Da OrizzonteScuola.it – 21/08/2014 – La risposta del MEF e della Funzione Pubblica. Il blocco professionale di diverse centinaia di unità ATA che nel rispetto del CCNL vedono negarsi da anni un avanzamento legittimo di carriera (dall’Area B all’Area D e dall’Area A all’Area B).

Con la circolare ministeriale n. 7957 del 7 agosto 2014 il MIUR ha autorizzato le immissioni in ruolo di 4599 unità di personale ATA la cui nomina avrà decorrenza giuridica ed economica dal 1° settembre 2014. Il personale nominato attingendo dalle graduatorie otterrà sede di titolarità partecipando alle operazioni di mobilità per l’A.S. 2015/2016.

Nella circolare operativa del MIUR si stabilisce che: per permettere l’utilizzo di eventuali aspiranti ancora presenti nelle graduatorie per responsabile amministrativo previste dalla legge 124 del 2009 o in altre graduatorie non ancora esaurite o per sanare eventuali contenziosi, è stato assegnato un apposito contingente per la nomina dei DSGA.

Purtroppo sia il MEF sia il Dipartimento Funzione Pubblica hanno dato parere negativo per  le immissioni in ruolo dei Direttori Amministrativi (dall’Area B all’Area D), come quelle degli altri aspiranti idonei, inseriti nelle graduatorie della mobilità professionale (dall’Area A all’Area B).

Problema che già si era presentato anche nelle immissioni in ruolo dello scorso anno. Infatti, in quell’occasione diverse sigle sindacali avevano chiesto l’utilizzo delle graduatorie della mobilità professionale, come previsto dalla circolare n. 1985 del 16/03/2012. Il MIUR, infatti, in quell’occasione si era dichiarato favorevole all’utilizzo di quelle graduatorie, salvo un nuovo confronto col MEF.

Sfortunatamente, però, sia il MEF, sia il Dipartimento della Funzione Pubblica hanno dato parere negativo, sostenendo che i passaggi di profilo si possono attuare all’interno dei concorsi ordinari con una quota (max. il 50%) di posti riservata al personale interno.

Due anni fa invece, il Ministro Profumo, su richiesta dei sindacati emanò un apposito D.M. (in via eccezionale), che consentì il passaggio per mobilità professionale.

Oggi però l’intero contingente dei ruoli DSGA è congelato, infatti, il numero totale dei posti bloccati è di: 60 unità dello scorso anno e 173 unità di quest’anno.

Fiduciosi delle pressioni sindacali, ci auguriamo che la questione possa concludersi con successo in modo da attribuire tutti i posti liberi spettanti per il profilo di DSGA, in quanto siamo al secondo anno consecutivo di mancate immissioni in ruolo.