Da TuttoScuola.com – 30/04/2015 – Faraone: “Strumento di trasparenza per scuole e genitori”.È pronta, ed è attiva da oggi 30 aprile, la piattaforma web che gli istituti scolastici potranno utilizzare per produrre, entro il 31 luglio, il loro primo Rapporto di autovalutazione. Ne dà notizia un dettagliato comunicato del Miur, che qui riportiamo nei punti essenziali.

Ciascuna scuola troverà un set di dati completo per potersi confrontare su base provinciale, regionale e nazionale con istituti della stessa tipologia sulla base di 49 indicatori che comprendono, per la prima volta, grazie alla collaborazione fra Ministero dell’Istruzione e Ministero del Lavoro, anche gli esiti occupazionali degli studenti.

Ogni istituto, attraverso il confronto con le altre scuole, potrà individuare i propri punti di forza e debolezza e orientare le proprie azioni di miglioramento per i prossimi tre anni. Tutto questo sarà anche reso noto ai cittadini attraverso la pubblicazione on line, questa estate, del Rapporto di autovalutazione che permetterà l’accesso a tutti i dati relativi agli istituti e ai piani di miglioramento di ciascuna scuola.

La piattaforma è stata lanciata al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca alla presenza del Sottosegretario Davide Faraone: “Autonomia non è sinonimo di anarchia. La Piattaforma di autovalutazione è un ulteriore tassello del mosaico del ddl “La Buona Scuola”: è uno strumento che fotografa gli istituti italiani e di conseguenza il lavoro dei dirigenti e della comunità scolastica. Valutazione – ha sottolineato il Sottosegretario – è responsabilità.”

A presentare la piattaforma sono intervenuti tra gli altri il Direttore generale del Miur per gli Ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale Carmela Palumbo e il Presidente dell’Invalsi Annamaria Ajello. “Grazie alla piattaforma – ha sottolineato Ajello – abbiamo uno strumento che ci allinea alle migliori pratiche europee sulla valutazione”. “L’autonomia scolastica – ha aggiunto Palumbo – ha finalmente gli strumenti per poter indirizzare la propria azione e i propri processi di miglioramento. La piattaforma è uno strumento di cui possiamo essere orgogliosi”. Alla presentazione ha partecipato anche Piero Cipollone, ex Presidente Invalsi, ora Capo del  Servizio Pianificazione e controllo della Banca d’Italia: “Pochi Paesi possono vantare uno strumento di questo tipo – ha spiegato – E’ un cambiamento culturale importante che ha dietro un’idea chiara: si può incidere sugli esiti degli studenti con il nostro lavoro quotidiano”.

 Gli istituti nella prima fase potranno avvalersi del supporto degli Uffici Scolastici Regionali. Il Miur metterà inoltre a disposizione un video tutorial, guide on line e un numero verde 800.903.080.