Da TecnicadellaScuola.it – 08/07/2014 –  Può produrre domanda chi non è già titolare di contratto a tempo indeterminato nelle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica e che sia incluso in graduatorie d’istituto costituite a seguito di concorso selettivo. E’ necessario anche aver maturato, a decorrere dall’anno accademico 2001-2002, almeno tre anni accademici di insegnamento.

Il Miur, con apposito decreto, ha costituito le graduatorie nazionali utili per l’attribuzione di incarichi a tempo determinato, nei limiti dei posti in organico vacanti e disponibili, per il personale docente delle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica. È ammesso a prendervi parte “il personale docente che non sia già titolare di contratto a tempo indeterminato nelle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, di cui agli articoli 1 e 2, comma 1, della legge 21 dicembre 1999, n. 508, e che sia incluso in graduatorie d’istituto costituite a seguito di concorso selettivo e che, alla data del presente decreto, abbia maturato, a decorrere dall’anno accademico 2001-2002, almeno tre anni accademici di insegnamento, con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato o con contratto di collaborazione, ai sensi dell’articolo 273 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, ovvero con contratto di collaborazione continuata e continuativa o altra tipologia contrattuale nelle medesime istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica.
Ai fini della valutazione, il Miur considera “anno accademico l’aver svolto 180 giorni di servizio con incarico a tempo determinato o con contratto di collaborazione di cui all’articolo 273 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297. Ai fini del computo dei giorni di servizio sono ritenuti utili i periodi di insegnamento, nonché i periodi ad esso equiparati per legge o per disposizioni del contratto collettivo nazionale di lavoro, prestati durante il periodo di attività didattica stabilito dal calendario accademico, ivi compresa la partecipazione agli esami di ammissione, promozione, idoneità, licenza e di diploma”.

Per la costituzione delle graduatorie è ammesso qualsiasi candidato che abbia maturato almeno tre anni accademici di insegnamento (..): può produrre domanda di inserimento per la graduatoria nazionale per la quale abbia superato un concorso selettivo ai fini dell’inclusione nella relativa graduatoria d’istituto. Per concorso selettivo – spiegano da Viale Trastevere – si intende qualsiasi procedura selettiva che abbia dato luogo alla costituzione di una graduatoria utile all’attribuzione di incarichi di insegnamento, compresi quelli nei corsi del previgente ordinamento nonché dei corsi accademici di primo e di secondo livello nelle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica”.

La domanda di ammissione deve essere redatta sulla base del modello di cui all’Allegato A, deve essere indirizzata alla competente istituzione, così come individuata nella tabella di cui all’Allegato C, e presentata entro e non oltre il 31 luglio 2014.
La domanda corredata dalle dichiarazioni sostitutive ivi indicate deve essere presentata con le modalità telematiche. La presentazione delle domande si articola in due fasi successive: a) preliminare registrazione del personale interessato. Tale operazione può essere effettuata secondo le procedure di cui all’apposita sezione “istanze on line – presentazione delle istanze via web – registrazione” presente sulla home page del sito internet http://www.afam.miur.it/; b) compilazione della domanda; c) inserimento della domanda via web. La suddetta operazione può essere effettuata dal 2 luglio 2014 e fino al 31 luglio 2014, nella sezione dedicata “istanze on line – presentazione delle istanze via web – inserimento” presente sulla home page del sito internet http://www.afam.miur.it/.

Per sapere cosa dovrà essere indicato nel modello di domanda (allegato A) e quali titoli presentare, si rimanda al decreto emesso dal Miur sull’argomento.