Da NotizieDellaScuola.it – 05/07/2013 – Diramata la circolare che impartisce istruzioni e indicazioni in materia di adeguamento delle consistenze degli organici di diritto alle situazioni di fatto per l’anno scolastico 2013/2014. La novità di quest’anno è rappresentata dall’informatizzazione degli adempimenti finalizzati alla definizione dell’organico di fatto del personale docente.
La circolare 4 luglio 2013 n. 18 ricorda innanzi tutto che il 31 agosto è fissato come termine di ultimazione di tutte le operazioni  finalizzate al corretto e regolare avvio dell’anno scolastico (sistemazione, utilizzazione, immissioni in ruolo e incarichi a tempo determinato).
Per l’anno scolastico 2013/2014 le dotazioni organiche del personale docente sono state definite secondo le quantità determinate nell’anno scolastico 2011/2012. Ne consegue che l’organico di fatto di ogni regione non potrà in alcun modo superare la consistenza di quello già previsto per l’ anno scolastico 2012/2013, incrementato o diminuito dei posti in più o in meno assegnati nell’organico di diritto dell’a.s. 2013/2014.
Gli interventi di adeguamento dell’organico alle situazioni di fatto debbono riguardare solo situazioni eccezionali e del tutto residuali, che, pertanto, si rivelino indispensabili per assicurare il regolare funzionamento delle istituzioni scolastiche, tenuto anche conto, nell’attuale, delicata fase operativa, dei tempi molto ristretti a disposizione a seguito della tardiva pubblicazione dei movimenti del secondo grado.
I dirigenti scolastici comunicheranno alle competenti sedi territoriali degli uffici scolastici regionali,non oltre il  10 luglio per le scuole del primo ciclo, ed entro il 15 luglio per le scuole del secondo ciclo, sia le variazioni del numero delle classi, sia il numero dei posti e degli spezzoni di orario che non sia stato possibile coprire con personale a disposizione per il completamento dell’orario obbligatorio all’interno della stessa istituzione scolastica.
I Direttori Generali degli UU.SS.RR. inviteranno gli uffici competenti e le istituzioni scolastiche a comunicare tempestivamente e, comunque, non oltre il 15 settembre, le variazioni in aumento del numero delle classi, nonché gli accorpamenti.
La novità è rappresentata dall’informatizzazione degli adempimenti finalizzati alla definizione dell’organico di fatto del personale docente. La procedura proposta consentirà:

  • la presentazione delle istanze on line di utilizzo e di assegnazione provvisoria limitatamente per la scuola dell’infanzia e primaria;
  • la rilevazione del quadro delle disponibilità per tutti i gradi di istruzione;
  • solo per la scuola dell’infanzia e della primaria, l’elaborazione dei movimenti fino all’assegnazione provvisoria provinciale.

I dirigenti scolastici dovranno individuare e comunicare agli UST il responsabile del procedimento che dovrà provvedere a comunicare al sistema informativo i dati relativi alle posizioni di stato e alle disponibilità di ore che formeranno il quadro completo delle disponibilità.